Scialpinismo nell’isola di TOKYO

  Date da definire

Un intenso viaggio scialpinistico alla scoperta delle Alpi Giapponesi, una serie di catene montuose situate lungo l'isola di Honshū che abbracciano al loro interno i Monti Hida, Kiso e Akaishi. Una traversata nel Regno della Polvere che ci permetterà di godere di uno scialpinismo di qualità e concludere questo viaggio con l'ascesa al Monte Fujiyama (3776 m), meglio conosciuto come Fujisan... Il monte più elevato del Giappone, simbolo della nazione e sacro per la popolazione!

Paolo Pernigotti

Paolo Pernigotti

Guida Alpina Global Mountain

Vive a Vernante ma passa gran parte del tempo in giro a sciare e scalare. Grande appassionato di freeride, divide l’inverno tra l’heliski a Sestriere per Pure Ski Company e l’inseguimento della powder in giro per le Alpi. In primavera sci alpinismo e poi scalata (Verdon, Calanques e Provenza) mentre d’estate si dedica al canyoning in Val Roya. A settembre lavora in alta montagna (Rosa, Gran Paradiso). Ottobre e Novembre sono dedicati ai viaggi alla scoperta di posti nuovi per scalare. Dal 2015 collabora per Salomon come Ambassador.

Contattami

Programma di viaggio

1°-2° GIORNO: volo dall'Italia al Giappone e volo interno su Toyama. Sistemazione e pernottamento in hotel.

3° GIORNO: partenza dell'itinerario scialpinistico dalla stazione di Tateyama in direzione del Rifugio di Murodo (2450 m) in cui pernotteremo. Possibilità di sciare la cime sacra di Oyama (3003 m) nei pressi del Rifugio.

4° GIORNO: gita del giorno al Monte Bessan (2874 m) e rientro in rifugio.

5° GIORNO: inizio vero e proprio della traversata fino al Rifugio Koskilara (2490 m) e pernottamento in loco.

6°-7° GIORNO: due giornate intense di scialpinismo: la prima di circa 15 h con spostamento al Rifugio Tarodaya Goya e la seconda di 9 h dal Rifugio al Bivacco di Suboro Goya (2550 m).

8° GIORNO: sci-in-spalla fino al "Cervino del Giappone" per proseguire verso il Rifugio Yarigatake Samso (3080 m). Possibilità di risalire il Yarigatake (3180 m) con una via ferrata corta.

9° GIORNO: dal Rifugio discese su valloni e risalite fino al Rifugio di Karasawa Goya (2350 m).

10° GIORNO: gita dal Rifugio al Colle Saitnenogoro (2950 m).

11° GIORNO: spostamento e via ferrata che conducono al Rifugio Kamilochi (1500 m).

12° GIORNO: possibilità di visita sulla strada al Castello di Matsoumoto e salita al Monte Fujiyama (3776 m), cime sacra e vetta più elevata del Giappone.  Spostamento e pernottamento in Tokyo.

13°-14° GIORNO: partenza e rientro in Italia.

Fa per me?

Avventura

Freeride/sci alpinismo

Impegno

Panorami

Fattore viaggio

Gastronomia

Cultura e folklore

LEGENDA: basate sulla nostra personale esperienza, le valutazioni danno un valore soggettivo, misurato e molto attendibile degli elementi che compongono l’esperienza di viaggio.

Altre informazioni

Partenza e ritorno

Date in via di definizione (Gennaio 2023)

Partenza garantita

Minimo 5 partecipanti

Bozza automatica

La tariffa include

  • voli andata/ritorno
  • 1 bagaglio a mano, 1 bagaglio in stiva
  • pernottamenti in rifugio o strutture selezionate
  • ogni giorno programma di gite diverse
  • la presenza, assistenza e accompagnamento della Guida Alpina UIAGM Global Mountain.

Richiedi altre informazioni

    Acconsento all’utilizzo dei miei dati personali secondo quanto stabilito dalla Privacy Policy

    Altre destinazioni

    MAIELLA, GRAN SASSO E SIBILLINI
    ISCRIZIONI APERTE 2023

    MAJELLA: La Madre delle Montagne

    Potrebbe suonare strano fare sci-alpinismo in Abruzzo, a metà strada tra Roma e il Mare Adriatico, ma le vaste montagne appartate e poco frequentate, gli spazi infiniti con panorama sul mare e l'ospitalità di questa regione d'Italia vi faranno letteralmente innamorare! Le formose montagne della Majella non raggiungono l'imponenza delle Alpi ma offrono tutto quello che uno scialpinista esigente e completo cerca: grandi dislivelli, ripidi pendii, canali ma anche dolci e divertenti escursioni con pendenze moderate e un'appagante vista mare una volta arrivati in cima. Insomma, puro divertimento! La biodiversità e gli ambienti incontaminati di queste montagne sono tutelate dal Parco Nazionale della Majella, che ospitano una fauna selvatica tipica e spesso visibile anche nelle vicinanze dei borghi:  il Lupo d'Abruzzo e l'Orso Marsicano aggiungono fascino ad un ambiente unico. Ciliegina sulla torta di questo viaggio sci-ai-piedi è la cucina tipica che offre piatti semplici e genuini e vini d'eccellenza! Un vero viaggio a 5 stelle!
    Scopri
    Tour scialpinistico del Monviso
    ISCRIZIONI APERTE 2023

    Tour scialpinistico del Monviso

    Un tour classico nello scialpinismo internazionale, che compie il periplo del Monviso, Re di Pietra delle Alpi cuneesi. La grandiosa piramide rocciosa cambia aspetto ora per ora durante il percorso, passando dalle severe ombre proiettate dalla parete nord, ai bei pendii del Bosco dell’Alevé, per offrire infine i panorami vasti e sconfinati della Punta Losetta e della Meidassa.
    Scopri
    Tour del Gran Paradiso
    ISCRIZIONI APERTE 2023

    Tour del Gran Paradiso

    Uno stupendo tour sci alpinistico che parte e torna alla bella valle di Cogne, perla della Valle d’Aosta. Fin dalle prime ore di cammino l’ambiente si fa grandioso, coi seracchi e ghiacciai sospesi del Gran Paradiso che paiono riversarsi sulle abetaie. Poi ci si inoltra tra le pieghe del gigante ghiacciato, tra creste di roccia giallo rossastra e seraccate azzurre, godendo di bellissime discese in ambienti appartati e luminosi. La salita alla vetta del Gran Paradiso, che si effettua durante il terzo giorno, completa il tutto con la salita al solo 4.000 metri interamente italiano.
    Scopri