ISCRIZIONI APERTE 2024

Scialpinismo Cuneo – Nizza

Un viaggio scialpinistico che ripercorre idealmente la storica Cuneo Nizza, tratta ferroviaria famosa per le numerose gallerie, un percorso che attraversa ripidi versanti alpini e segna il passaggio dalle fresche valli cuneesi – innevate fino a tarda stagione – alla ridente Cote d’Azur, con le montagne che digradano dolcemente verso il mare e la vicina Provenza così vicina coi suoi profumi di lavanda.

Partenza

  •   16 - 20 marzo 2024

Questa proposta comprende l’accompagnamento di

Adriano Ferrero

Adriano Ferrero

Guida Alpina Global Mountain

Guida Alpina dal ’98, da sempre appassionato di viaggi, sci e arrampicata, cavalli e grandi spazi, sport e natura. Dopo anni di viaggi nel mondo partorisce l’idea di Snowder® che, oltre ad un marchio, vuol essere un «modo» di viaggiare, dove la pratica di un’attività sportiva come lo scialpinismo diventa un’ottima «scusa» per mettersi in viaggio, un motivo per scoprire terre lontane – ancor meglio se poco frequentate – genti nuove, nevi e panorami sconosciuti.

Contattami

Programma di viaggio

1° GIORNO Ritrovo a Borgo San Dalmazzo presso ATL – Ufficio delle Guide Global Mountain (palazzo Bertello) alle ore 14:00; verifica dell’equipaggiamento individuale e trasferimento con van privato in Valle Gesso a S. Anna di Valdieri – località Tetti Gaina (1100 m). Salita in circa tre ore al rifugio Valasco (1763 m) - antica Casa di Caccia della Famiglia Reale Savoia - sito al centro della bellissima omonima Piana. Cena e pernottamento al termine di una breve giornata in cui si entra nel “mondo” delle Alpi Marittime.
2° GIORNO Dal rifugio si raggiunge il culmine della Piana Superiore del Valasco per entrare nella Val Morta e raggiungere con sostenuta salita fino alla Testa di Bresses. Scesi brevemente sui laghi di Fremamorta li si attraversa per guadagnare una bellissima discesa che porta al Pian della Casa. Rimesse le pelli di foca si riparte in salita per raggiungere in circa due ore il rifugio Remondino, dove si cena e pernotta.
3 GIORNO: Colazione all'alba e partenza per il passo del Brocan: senza raggiungerlo si attraversa in leggera discesa verso il Colle del Mercantour per conquistare quindi la vetta della Cima Ghigliè (2998 m), splendido balcone panoramico nel cuore delle Marittime e della Val Gesso. La successiva discesa è poco nota agli scialpinisti italiani e si inoltra tra le guglie rocciose ed i couloirs nevosi delle cime della Baissette e del Mont Pelago, scendendo buona parte del Vallon Sangue per poi compiere una traversata finale in un bellissimo bosco di radi larici e raggiungere il Refuge Cougourde (2090 m). Luogo stupendo e solare, al limite del lariceto e sovrastato dalle eleganti rocce del Caire di Cougourde.
Cena e pernottamento in rifugio.
4° GIORNO Partenza in discesa che in breve, tra spettacolari larici secolari, permette di raggiungere il Vallone di Trecoulpas e in breve il Pas des Ladres (2448 m). Una breve ma bellissima discesa verso il Ref. De Cougourde conduce in una conca dove la neve comincia a lasciar spazio alla prima erba; qui si rimettono le pelli e si riprende a salire lungo l’itinerario francese del Monte Gelas, raggiungendo la Cima Balcone (3085 m). La discesa finale è spettacolare e unica, passando per il Col de la Terrasse conduce lungo splendidi pendii al Lac Long, dal quale si prosegue fino al Ref. Nice (2232 m).
5° GIORNO Giornata finale di “ampio respiro” durante la quale ci si aspetta di trovare il mare ad ogni svolta… si sale dunque lungo il Vallon Niré, oltrepassando gli omonimi laghi, per raggiungere il Passo Montolivo (2748 m) e scendere poi sul Lac Noir de Valmasque. Ci troviamo nella Valle delle Meraviglie al cospetto del Monte Bego e del Grand Capelet. Rimesse le pelli l’itinerario prosegue per raggiungere la vetta di quest’ultimo (2935 m), passando per il Col de Valmasque (2548 m) e percorrendo gli ultimi ripidi pendii con la Cote d’Azur alle spalle. Lunga discesa finale nella Valle di Fontanalbe tra graffiti rupestri millenari fino a Casterino. Cuneo Nizza on Ski trova qui il suo finale sciistico: la costa azzurra e Nizza sono ormai vicine, vegetazione, luci e profumi danno la netta conferma del graduale passaggio dalle austere valli cuneesi all'ambiente più dolce e rilassante del versante francese. Rientro con van privato a Cuneo e fine dei servizi.
PARTENZA/RITORNO:
Ufficio Guide Alpine Global Mountain, Palazzo Bertello, via Boves, 4 - Borgo San Dalmazzo
DURATA: 4 notti / 5 giorni
PARTENZA GARANTITA: minimo 5 persone (+ guida alpina Global Mountain)

Fa per me?

Avventura

Freeride/sci alpinismo

Impegno

Panorami

Fattore viaggio

Gastronomia

Cultura e folklore

LEGENDA: basate sulla nostra personale esperienza, le valutazioni danno un valore soggettivo, misurato e molto attendibile degli elementi che compongono l’esperienza di viaggio.

Altre informazioni

Partenza e ritorno

Ufficio guide alpine Global Mountain, Via Bo

Durata

5 giorni / 4 notti

Partenza garantita

Minimo 6 partecipanti

Documenti

CARTA DI IDENTITA'

La tariffa include

  • 4 pernottamenti con colazione e cena nei rifugi previsti da itinerario con sistemazione in camere multiple;
  • trattamento di mezza pensione (colazione e cena);
  • servizio navetta privata il 1° giorno da Cuneo a Terme di Valdieri;
  • servizio navetta da Casterino alla stazione;
  • biglietto treno per rientro per Cuneo;
  • accompagnamento della guida alpina per tutta la durata del tour.

Prezzo per persona

da € 990

Richiedi altre informazioni

    Acconsento all’utilizzo dei miei dati personali secondo quanto stabilito dalla Privacy Policy

    Altre destinazioni

    Cicloescursionismo nel blu dell'Isola di Creta
    ISCRIZIONI APERTE 2024
    Sport

    Cicloescursionismo nel blu dell’Isola di Creta

    Creta è la più grande delle isole greche, sarà la sede del nostro nuovo viaggio in bicicletta. Pedaleremo in un ambiente splendido costellato di reperti storici della grande civiltà minoica. Le spiagge bianche di sabbia finissima che contrasta con l’azzurro limpido del mare si alternano a scogliere rosse spesso frequentate dalle simpaticissime capre Kri kri che ci accompagneranno per tutto il viaggio.

    In questa prima edizione ci concentreremo sulla parte sud est e vi accompagneremo tra salite e cornici a picco sul mare alla scoperta di spot indimenticabili. Faremo cinque tappe in bici e tra le tappe alcuni trasferimenti con il furgone da e per l'hotel. Ciò ci permetterà di pedalare e vivere gli angoli più suggestivi di Creta. Si pernotterà in B&B e hotel situati in paesi e borghi caratteristici.

    Le tappe saranno su strade asfaltate o in alcuni casi sterrate e ci porteranno a scoprire angoli di rara bellezza come la poco frequentata e paradisiaca spiaggia di Alona nei pressi delle Gorge di Xerokambos, introdotta da una discesa simile ad un colle alpino dove l'impressione è quella di planare sul mare.

    Non mancheranno passaggi spettacolari, prima delle discese verso il mare, attraverso gole incastonate fra alte, strette e verticali pareti calcaree, che caratterizzano l'orografia di Creta.

    Scopri
    Foot&car alla  SCOPERTA DELLA SELVAGGIA ISLANDA
    ISCRIZIONI APERTE 2024
    Sport

    Trekking alla scoperta dell’Islanda: terra di ghiaccio e di fuoco.

    Siete pronti per un'esperienza unica e indimenticabile nell'incantevole Islanda? Il nostro trekking in Islanda è un'opportunità straordinaria per immergersi nella maestosità e nella bellezza naturale di questo affascinante paese nordico. Guidati dalle  nostre  esperte guide , esploreremo alcune delle zone più spettacolari e remote dell'Islanda, attraversando paesaggi mozzafiato, vulcani attivi, ghiacciai imponenti e sorgenti termali rilassanti.
    Scopri
    Stage arrampicata a Kalymnos
    ISCRIZIONI APERTE
    Sport

    Stage arrampicata a Kalymnos

    Kalymnos è un’isola greca diventata una delle più famose mete arrampicatorie al mondo, una vera e propria mecca di questo sport. Con le sue decine di falesie di roccia bellissima, tutte comodamente raggiungibili in scooter e dal valore paesaggistico che non teme confronti, Kalymnos non è solo sinonimo di alta difficoltà e grandi strapiombi: grazie agli instancabili chiodatori locali nel corso degli anni sono state sviluppate decine di falesie “no-big” magistralmente chiodate e con centinaia di tiri su roccia magnifica e in grado di soddisfare qualsiasi livello e gusto. Inoltre, vista la grande quantità di settori, le esposizioni delle falesie permettono di scalare in qualsiasi stagione, anche in piena estate. Last but not least: al termine di ogni scalata è tradizione degli arrampicatori fare una rigenerante nuotata nel mare cristallino del Dodecaneso e gustare un’insalata Mermizeli (piatto tipico di Kalymnos) e una Mythos ghiacciata alla “Baia dei Pirati”.
    Scopri