ISCRIZIONI APERTE 2024

Selvaggio Blu

Un trekking dedicato a chi vuole vivere una settimana nella natura incontaminata della costa orientale sarda:  lontani dalle comodità, si cena e si pernotta all’aperto o in rifugi naturali come grotte e  antichi ripari di pastori dalla caratteristica forma di pinetto. Ogni giorno ci si muove camminando immersi in un'incredibile natura fatta di roccia, macchia mediterranea, alberi secolari e panorami mozzafiato a picco sul mare... Il Sentiero Selvaggio Blu da noi proposto ripercorre l’itinerario originale, ideato e scoperto negli anni 80 da Mario Verin e Peppino Cicalò concatenando una lunga serie di sentieri e passaggi di pastori e carbonai: un lungo percorso che in cinque giorni di cammino e pernottamenti alla "belle étoile" permette di unire Santa Maria navarrese a Cala Sisine. Seguiamo con cura il percorso originale -  inclusi i passaggi più impressionanti e suggestivi - pur di mantenere la  tipicità del percorso e di non privarci della sensazione di aver vissuto una autentica esperienza di vita selvaggia... Grazie ad un'accurata organizzazione logistica possiamo permetterci di viaggiare leggeri, con nello zaino solo acqua, pic nic e l'indispensabile macchina fotografica:

Partenze

  •   21 - 25 aprile 2024
  •   02 - 06 ottobre 2024

Questa proposta comprende l’accompagnamento di

Paolo Pernigotti

Paolo Pernigotti

Guida Alpina Global Mountain

Vive a Vernante ma passa gran parte del tempo in giro a sciare e scalare. Dopo aver maturato esperienza nelle basi di Heliski, Paolo divide l’inverno tra la ricerca della polvere sulle alpi e accompagnando i viaggi di scialpinismo e freeride in tutto il mondo. In primavera si dedica principalmente allo scialpinismo sui 4000, mentre l’estate si occupa di alta montagna (Bianco, Rosa, Gran Paradiso, etc.), arrampicata e canyoning. L’autunno è dedicato alla scoperta di nuovi spot per lo sci e l’arrampicata per poter proporre sempre nuove avventure. Dal 2015 ha iniziato a collaborare con Salomon come Ambassador.

Contattami

Programma di viaggio

1° giorno: ritrovo la mattina alle ore 9:00 nel piccolo porto di S. Maria Navarrese e partenza per il trekking; seguendo un comodo sentiero raggiungiamo in circa 1 ora e 30 minuti Pedra Longa, la spettacolare baia dominata dalla omonima guglia rocciosa. Di qui il sentiero prosegue verso la parete di Punta Giradili, la si supera tramite la spettacolare cengia e si raggiungono gli altipiani del Supramonte di Baunei e l'Ovile abbandonato di Su Idileddu, attualmente trasformato in bivacco parzialmente attrezzato; accampamento, cena e pernottamento.

2° giorno: partendo dagli altipiani del Ginnirco - situati alle quote più alte dell'intero itinerario - ci si dirige verso il mare, percorrendo il bordo di falesie alte fino a 300 metri; gradualmente si scende, superando Bacu (gola) Tenadili grazie a provvidenziali “scale fustas” e si raggiungendo dopo una simpatica arrampicata la piccola e incassata spiaggia di Porto Pedrosu. Bivacco e cena alla “belle étoile” tra gli alberi appena all'interno della caletta. In alternativa (utile soprattutto in caso di pioggia) si prosegue ancora una mezz'ora per raggiungere una confortevole grotta dal fondo pavimentato col legname derivante da un antico naufragio di un natante nella sottostante cala di Portu Cuau.

3° giorno: dalla splendida insenatura di Portu Cuau si prosegue lungo la macchia mediterranea risalendo i versanti meridionali di Punta Salinas, tre le cui rocce sommitali si trovano incassati spettacolari e antichi ovili in pietra e legno. Da qui il panorama sulla sottostante e ormai vicina Aguglia Goloritze è davvero mozzafiato! Scesi nella codula Goloritzè per comodo sentiero si raggiunge la stupenda spiaggia ai piedi dell'Aguglia. Dalla spiaggia  - dopo il meritato bagno e relax ai piedi della impressionante Punta Caroddi si risale in poco più di mezz'ora in cima alla codula, dove si cena e pernotta in campeggio.

4° giorno: ridiscesi brevemente verso Cala Goloritze si risale l'angusta Boladina, uno dei passaggi chiave del Selvaggio Blu; superati i ripidi risalti rocciosi grazie ad alcune spettacolari scale de fustas si riprende il sentiero in direzione della Serra Lattone, lungo la quale gli omonimi stupendi ovili offrono panorami spettacolari e unici fino alla discesa in corda doppia che conduce al Bacu Mudaloru caratterizzato da una grande grotta in cui riecheggia il rumore del mare. Insenatura tranquilla e piacevole, perfetto luogo per cena e bivacco.

5° giorno: Un oretta di cammino per "scaldare i motori" e si raggiunge la Grotta 5 Stelle. Una bella corda doppia subito sotto la grotta dà accesso ad alcune esposte cenge che, alternando brevi passaggi di arrampicata e brevi calate in corda, portano a Bacu Padente. Risalita questa gola incassata che precipita sul mare, raggiungiamo gli altipiani di Ololbissi dai quali si raggiunge il passaggio "segreto" di Sa Nurca (la Tana), stretto canyon nascosto dietro un'enorme scaglia rocciosa. Alcune doppie, spettacolari danno accesso ai grandi boschi di Biriala e Oronnoro, poi ancora brevi arrampicate, altre due discese in corda ed ecco dopo una bella giornatona di trekking la ormai tanto attesa Cala Sisine!

Il Selvaggio Blu originale finisce qui, con rincorsa e bagno finale nello splendido mare! Tra poco arriverà il gommone che, costeggiando a lungo le scogliere percorse nei giorni precedenti farà render meglio conto del percorso effettuato. Rientro al porto di Santa Maria Navarrese e cena finale a base di prodotti tipici.

Fa per me?

Avventura

Impegno

Panorami

Fattore viaggio

Gastronomia

Cultura e folklore

LEGENDA: basate sulla nostra personale esperienza, le valutazioni danno un valore soggettivo, misurato e molto attendibile degli elementi che compongono l’esperienza di viaggio.

Altre informazioni

Durata

5 giorni / 4 notti

Partenza garantita

Minimo 5 partecipanti

Documenti

carta identità

Selvaggio Blu

La tariffa include

  • accompagnamento e organizzazione da parte di una guida alpina
  • logistica bagagli e rifornimento viveri
  • su richiesta possiamo prenotare soggiorno in appartamento servizio b&b a S. Maria Navarrese la sera precedente la partenza e la sera di fine trekking, oltre all'eventuale viaggio per raggiungere la Sardegna.

Prezzo per persona

da € 1150

Richiedi altre informazioni

    Acconsento all’utilizzo dei miei dati personali secondo quanto stabilito dalla Privacy Policy

    Altre destinazioni

    Cicloescursionismo nel blu dell'Isola di Creta
    ISCRIZIONI APERTE 2024
    Sport

    Cicloescursionismo nel blu dell’Isola di Creta

    Creta è la più grande delle isole greche, sarà la sede del nostro nuovo viaggio in bicicletta. Pedaleremo in un ambiente splendido costellato di reperti storici della grande civiltà minoica. Le spiagge bianche di sabbia finissima che contrasta con l’azzurro limpido del mare si alternano a scogliere rosse spesso frequentate dalle simpaticissime capre Kri kri che ci accompagneranno per tutto il viaggio.

    In questa prima edizione ci concentreremo sulla parte sud est e vi accompagneremo tra salite e cornici a picco sul mare alla scoperta di spot indimenticabili. Faremo cinque tappe in bici e tra le tappe alcuni trasferimenti con il furgone da e per l'hotel. Ciò ci permetterà di pedalare e vivere gli angoli più suggestivi di Creta. Si pernotterà in B&B e hotel situati in paesi e borghi caratteristici.

    Le tappe saranno su strade asfaltate o in alcuni casi sterrate e ci porteranno a scoprire angoli di rara bellezza come la poco frequentata e paradisiaca spiaggia di Alona nei pressi delle Gorge di Xerokambos, introdotta da una discesa simile ad un colle alpino dove l'impressione è quella di planare sul mare.

    Non mancheranno passaggi spettacolari, prima delle discese verso il mare, attraverso gole incastonate fra alte, strette e verticali pareti calcaree, che caratterizzano l'orografia di Creta.

    Scopri
    Foot&car alla  SCOPERTA DELLA SELVAGGIA ISLANDA
    ISCRIZIONI APERTE 2024
    Sport

    Trekking alla scoperta dell’Islanda: terra di ghiaccio e di fuoco.

    Siete pronti per un'esperienza unica e indimenticabile nell'incantevole Islanda? Il nostro trekking in Islanda è un'opportunità straordinaria per immergersi nella maestosità e nella bellezza naturale di questo affascinante paese nordico. Guidati dalle  nostre  esperte guide , esploreremo alcune delle zone più spettacolari e remote dell'Islanda, attraversando paesaggi mozzafiato, vulcani attivi, ghiacciai imponenti e sorgenti termali rilassanti.
    Scopri
    Stage arrampicata a Kalymnos
    ISCRIZIONI APERTE
    Sport

    Stage arrampicata a Kalymnos

    Kalymnos è un’isola greca diventata una delle più famose mete arrampicatorie al mondo, una vera e propria mecca di questo sport. Con le sue decine di falesie di roccia bellissima, tutte comodamente raggiungibili in scooter e dal valore paesaggistico che non teme confronti, Kalymnos non è solo sinonimo di alta difficoltà e grandi strapiombi: grazie agli instancabili chiodatori locali nel corso degli anni sono state sviluppate decine di falesie “no-big” magistralmente chiodate e con centinaia di tiri su roccia magnifica e in grado di soddisfare qualsiasi livello e gusto. Inoltre, vista la grande quantità di settori, le esposizioni delle falesie permettono di scalare in qualsiasi stagione, anche in piena estate. Last but not least: al termine di ogni scalata è tradizione degli arrampicatori fare una rigenerante nuotata nel mare cristallino del Dodecaneso e gustare un’insalata Mermizeli (piatto tipico di Kalymnos) e una Mythos ghiacciata alla “Baia dei Pirati”.
    Scopri